108 tartarughe marine nate nella notte ad Acciaroli



108 tartarughe marine Caretta Caretta sono nate nella notte ad Acciaroli, sulla spiaggia di San Primo. Gli oltre 100 volontari di Legambiente continuano a sorvegliare il nido

Sono nate questa notte, alle 24 in punto sulla spiaggia di San Primo ad Acciaroli (Cilento), 108 tartarughe marine della specie Caretta CarettaSono trascorsi meno di 60 giorni da quando la testuggine marina Caretta Caretta aveva deposito, lo scorso 30 luglio, le sue uova. Tutte le tartarughe hanno raggiunto agevolmente il mare grazie alla costante assistenza dei biologi dell’Anton Dohrn e dei volontari di Legambiente presenti sul sito.

Una schiusa straordinaria, avvenuta grazie alla salvaguardia del sito protetto in modo adeguato e avvenuta tenendo perfettamente fede alle previsioni dei tecnici che avevano stimato in questo week-end la possibile fuoriuscita dei piccoli dalla sabbia.

“È un momento di grande gioia per Pollica e tutto il Cilento – afferma Stefano Pisani, sindaco di Pollica – Questa schiusa è stato il premio migliore che potevamo augurarci, alla luce degli sforzi congiunti nella cura del nido e nell’azione di sensibilizzazione e informazione portata avanti in questi due mesi.”

108 tartarughe marine

Sulla spiaggia di Acciaroli i nidi di tartaruga sono stati sorvegliati costantemente da oltre 100 volontari di Legambiente, che si sono alternati giorno e notte nella vigilanza del sito in sinergia con il personale del Comune di Pollica, Stazione Zoologica Anton Dohrn e Museo Vivo del Mare di Pioppi, sotto il coordinamento del Settore Ambiente della Regione Campania. La schiusa potrebbe continuare ancora per le prossime notti, da qui la necessità di continuare a sorvegliare il nido.

108 tartarughe marine

“Un evento tanto atteso, un piccolo miracolo che si è avverato – ha commentato Michele Buonomo, presidente Legambiente Campania – una ulteriore testimonianza che Pollica, Acciaroli e l’intero Cilento sono un patrimonio naturale di inestimabile valore. Il ringraziamento va principalmente alle centinaia di volontari e volontarie che in questi due mesi hanno sorvegliato, tutelato e adottato quel tratto di spiaggia… La nascita delle piccole tartarughe ci indica quale dev’essere il futuro delle nostre coste: la difesa della biodiversità, la tutela del territorio, uno sviluppo sostenibile che si basa su valorizzazione delle risorse naturalistiche e sulla promozione culturale. È questa la Campania che vogliamo e che ci piace”.

108 tartarughe marine

Leggi anche