Con la stazione unica appaltante si dice “no” a infiltrazioni mafiose

I Comuni di Baronissi, Fisciano e Siano hanno sottoscritto la convenzione per la Stazione unica appaltante per i lavori e le forniture di beni e servizi

Questa mattina è nata una vera e propria “alleanza” tra i Comuni di Baronissi, Fisciano e Siano per favorire, con la stazione unica appaltante le attività di contenimento della spesa pubblica, incrementare i livelli di efficienza delle attività di realizzazione di lavori pubblici e di approvvigionamento di beni e servizi e per scongiurare il rischio di infiltrazioni mafiose, attraverso una maggiore ed efficace concentrazione delle azioni di monitoraggio e controllo.

Il documento è stato sottoscritto dal sindaco di Baronissi Gianfranco Valiante, dal sindaco di Fisciano Vincenzo Sessa e dal primo cittadino di Siano Giorgio Marchese. I firmatari dell’accordo per la Stazione unica appaltante si sono impegnati ad affidare a un organismo costituito da dirigenti esperti dei tre comuni le procedure di gara relative agli appalti di lavori pubblici e di servizi e forniture oltre una certa soglia economica.

stazione unica appaltante

La costituzione di un’unica centrale di committenza tra comuni è l’espressione di una moderna funzione di governance nel settore dei contratti pubblici, sulla base dei principi di legalità, economicità ed efficienza, per sburocratizzare la macchina amministrativa e snellire lunghe procedure.

Soddisfazione è stata espressa da i firmatari della convenzione: il servizio contribuirà ad una gestione delle risorse ancora più efficace per la realizzazione di opere pubbliche.

 

 

adnow
loading...