Ultime notizie
Home » Attualità » Pacchetto Clima Energia 2030: meno 6 al Consiglio d’Europa

Pacchetto Clima Energia 2030: meno 6 al Consiglio d’Europa

Meno sei giorni al Consiglio d’Europa: EuroActiv pubblica in esclusiva la posizione degli stati membri sul Pacchetto Clima-Energia 2030

A distanza di poco meno di una settimana dal Consiglio d’Europa, che si terrà a Bruxelles il 24 ottobre per mettere a punto un nuovo programma sulla politica energetica, EuroActiv pubblica in esclusiva le posizioni degli stati membri sul Pacchetto Clima Energia 2030.

Il piano del Consiglio è creare un pacchetto di obiettivi che mirino a contrastare i disastrosi cambiamenti climatici e che puntino alla riduzione di emissione di gas serra del 40%, il 27% di consumo energetico basato su fonti rinnovabili e un risparmio energetico del 30%.

Nell’indecisione generale su se rendere vincolanti tali percentuali, l’obiettivo europeo è ben lontano dall’essere raggiunto.

energia
Tabella EuroActiv sulle posizioni degli stati membri Pacchetto Clima-Energia 2030

Secondo quanto riportato dalla tabella pubblicata da EuroActiv, l’Europa sembra dividersi tra ambiziosi e oppositori:

  • La Svezia è al primo posto tra gli ambiziosi, puntando all’innalzamento dei tagli di emissioni di gas fino al 50 % e il raggiungimento del 40 % di fonti rinnovabili.
  • La Polonia, invece, sembra essere contraria a qualsiasi obiettivo proposto dal Consiglio Europeo. Basando la produzione energetica sul carbone e prevedendo per il 2030 un aumento delle emissioni di gas, il governo Polacco si è pronunciato ostile a qualsiasi programma di politica energetica.
  • A dare man forte all’ostilità della Polonia, il Regno Unito e alcuni paesi Scandinavi destano scetticismo e preoccupazione per l’incremento dell’efficienza energetica. L’UK sembrerebbe addirittura rivolta verso l’utilizzo di energia nucleare.
  • La Germania e la Danimarca appoggiano invece il Consiglio Europeo, dimostrandosi a favore dell’obbligo del raggiungimento dei target e prevedendo di superare gli obiettivi proposti.

L’Italia, invece, calata in un clima di tensioni interne, sembra non destare troppo interesse circa la politica energetica. Secondo quanto riportato dalla tabella, l’Italia mira a raggiungere con fatica i target previsti dal Pacchetto Clima Energia 2030, ma non è proiettata verso il superamento della soglia.

Molte associazioni ambientaliste si sono appellate al Premier Renzi, pregando il Governo di puntare al 55% di emissioni di gas in meno, al 40% di risparmio sul consumo energetico e al 45% di energia rinnovabile.

L’appello delle oltre 20 associazioni e network ambientalisti, non è stato, però, ascoltato.

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB ZON.it

About Federica Crispo

Diplomata al liceo classico T.Tasso e laureanda all'università di Architettura di Napoli, aspira ad unire la sua passione per la scrittura all'architettura. Ha incominciato, sin da molto giovane, a sperimentare qualsiasi tipo di forma artistica, frequentando corsi di disegno dal vero, corsi di fumetto, di musica ed esplorando il campo dell'insegnamento e dell'organizzazione di mostre d'arte a Salerno. Da un anno ha incominciato l'esperienza di apprendista giornalista per coronare il suo desiderio di inserire l'architettura nel circuito dell'informazione.

Leggi anche ..

Paolo Giordano

Giffoni Experience 2017, ospite lo scrittore Paolo Giordano

Giffoni Experience 2017, ospite lo scrittore Paolo Giordano, autore de “La solitudine dei numeri primi” …