Capaccio Paestum, i primi 100 giorni dell’Amministrazione Palumbo

100 giorni amministrazione palumbo

Capaccio Paestum, i primi 100 giorni dell’Amministrazione Palumbo. Il Sindaco: «Stiamo lavorando notte e giorno per lo sviluppo della comunità»

Sono passati 100 giorni dall’insediamento alla guida del Comune di Capaccio Paestum l’Amministrazione Palumbo.

Potenziamento del servizio idrico, lavori di manutenzione stradale, messa in sicurezza e adeguamento sismico degli edifici scolastici, completamento dell’iter procedurale di competenza per il progetto di adeguamento e sistemazione degli argini del fiume Sele, creazione di uno sportello informativo sulla gestione dei fondi europei, riorganizzazione degli uffici comunali.

i 100 giorni di palumboQueste le azioni intraprese, nei primi cento giorni di Governo cittadino, che sono state illustrate stamattina in un incontro pubblico, svoltosi presso la Sala Erica a Capaccio Scalo, con stampa e cittadini.

Il Sindaco, accompagnato dalla Giunta e dai Consiglieri comunali, ha presentato un dettagliato report su quanto fatto nei primi cento giorni e annunciato tutte le progettualità messe in campo, molte delle quali già in fase di realizzazione e altre in fase di avviamento.

«Cento giorni non sono un’eternità e, se pensiamo che spesso nelle nostre case ci vuole più tempo semplicemente per tinteggiare le pareti, non posso non essere soddisfatto per il lavoro svolto da ogni singolo componente di questa squadra, tra assessori e consiglieri, che mi onoro di guidare» – ha affermato il Sindaco di Capaccio Paestum, Franco Palumbo.

«Abbiamo lavorato notte e giorno, consapevoli che c’è ancora tanto da fare, per risolvere nell’immediato una serie di criticità, che già in campagna elettorale avevamo posto all’attenzione dei cittadini. Una buona Amministrazione si distingue però dalla capacità non solo di risolvere le emergenze, ma anche e soprattutto di programmare tutte le azioni necessarie per creare le vere condizioni di rilancio per la comunità che amministra. Non voglio essere ricordato come amministratore né bravo né cattivo, semplicemente giusto, che ha agito sempre e solo per il bene dei suoi concittadini» – ha proseguito.

«Ci siamo messi sulle spalle questa croce e la porteremo avanti perché Capaccio Paestum, un’icona mondiale per le sue molteplici bellezze, possa diventare un punto di riferimento per tutto il territorio. Ve ne renderemo conto con un “bilancio sociale” che faremo ogni anno, il 25 giugno, in coincidenza con la data che sancito di fatto l’inizio del cambiamento per Capaccio Paestum» – ha concluso Palumbo.

adnow
loading...