Battipaglia, indiano arrestato per violenza sessuale

Nella giornata di ieri, il capo treno del convoglio Sapri–Napoli aveva contattato la Polizia Ferroviaria di Battipaglia riferendo che a bordo vi era un giovane indiano con ferite alla testa ed il viso contuso, il quale lamentava di essere stato aggredito

Giunto in stazione, il personale sanitario ha soccorso subito il giovane indiano ventinovenne, il quale presentava una vistosa ferita sanguinante all’altezza dell’arcata sopracciliare, e pertanto trasportato al Pronto Soccorso dell’ospedale di Battipaglia.

All’interno dell’ambulatorio uno dei medici ha riferito che il giovane, durante l’intervento di medicazione, aveva tirato a sé con la forza una dottoressa baciandola sulle labbra. Dopo alcuni minuti, lo straniero mentre era vigilato dagli agenti della Polizia Ferroviaria, si era lanciato contro un agente Polfer donna cingendola con le braccia nel tentativo di baciarla, cosa non riuscita solo grazie alla reazione degli altri operatori Polfer.

L’indiano si è così scagliato contro gli agenti Polfer, colpendoli e causando loro lievi lesioni e successivamente. Poi, con non poche difficoltà, è stato sottoposto a fotosegnalamento, dal quale emergevano diversi precedenti  e diversi provvedimenti di espulsione dal T.N.

L’indiano, S.B. di anni 29, è stato pertanto arrestato in quanto responsabile, dei reati di  violenza sessuale nei confronti del medico, resistenza a P.U. e lesioni nei confronti degli uomini della Polizia ferroviaria intervenuti, e posto a disposizione dell’A.G. per il rito direttissimo.